mercoledì 6 giugno 2018

Lanciata l'Accademia Italiana dell'Additive Manufacturing

Oltre 40 docenti ed esperti della Rete Italiana più qualificata sull'Additive Manufacturing, nata in seno all'AITeM Associazione Italiana Tecnologie Manifatturiere, si sono alternati su due corsi di 60+60 ore in 8 moduli tematici svolti da Giugno a Settembre 2018 presso il prestigioso Florence Learning Center Nuovo Pignone Holding SpA, nell'ambito della formazione ai Dirigenti di una delle principali multinazionali toscane, BHGE con sede a Firenze
Il corso, aperto anche ad esterni a costo simbolico, è stato certificato dall'Ordine Nazionale degli Ingegneri per acquisizione di crediti formativi
L'articolazione didattica e l'apporto di temi da parte degli esperti, che svolgono ricerca ultradecennale nel settore delle tecnologie additive, rappresenta un valore per il sistema Italia della ricerca e dell'industria, per riaffermare la collocazione del paese anche in questo settore strategico

Tutte le informazione su Portale dell'Accademia AM

giovedì 17 maggio 2018

Nasce il CIRAM

Prende il via il CIRAM Centro Interuniversitario di Ricerca per l'Additive Manufacturing, coordinato per il primo triennio dal Prof. Ing. Luca Iuliano del Politecnico di Torino, con l'adesione di piccole e grandi sedi universitarie da tutto il territorio nazionale

Il Vicerettore per la Pianificazione del Politecnico, Prof. Ing. Luca Settineri, che ha fortemente voluto il progetto, ha battezzato l'iniziativa nella sala CDA assieme al Vicerettore per la Ricerca, Prof. Ing. Stefano Paolo Corgnati, accogliendo i rappresentanti universitari: Prof. Ing. Antonino Squillace (Università di Napoli Federico II),  Prof. Ing. Luigi Maria Galantucci (Politecnico di Bari), Ing.
Ing. Luca Giorleo (Università di Brescia), Prof. Ing. Michele Lanzetta (Università di Pisa), Prof. Ing. Gianni Campatelli (Università di Firenze), Prof. Ing. Fabrizia Caiazzo (Università di Salerno),
Prof. Ing. Elena Bassoli (Università di Modena e Reggio Emilia) e Prof. Ing. Paolo Minetola, Ing. Alessandro Salmi, Ing. Manuela Galati, Ing. Flaviana Calignano e Ing. Eleonora Atzeni (Politecnico di Torino)

Oltre alle formalità e celebrazioni del caso, l'incontro è stato accompagnato da un momento conviviale nel ristorante universitario e da una visita al Centro IAM@PoliTo, uno dei più all'avanguardia a livello internazionale, frutto di oltre 10 milioni di investimenti in macchine per la produzione e per l'esecuzione di prove all'avanguardia su componenti e materiali

Il CIRAM nasce in seno all'AITeM Associazione Italiana Tecnologie Manifatturiere e dal gruppo AMItaly, dove i processi additivi sono oggetto di ricerche dagli anni 90 per la prototipazione rapida

L'Additive Manufacturing è considerata una tecnologia emergente, uno dei fattori abilitanti di Industria 4.0. Oggi l'attenzione crescente da parte dell'industria e da nuovi ambiti di ricerca (si pensi ad esempio ai settori biomedico, civile, ai polimeri ecosostenibili, alla stampa 3D da scrivania ecc.) estende lo spettro delle ricerche con il solo limite dell'immaginazione umana

Anche verso questa nuova frontiere, l'esperienza e il rigore dei membri e dei laboratori CIRAM può rappresentare un riferimento di competenze e attrezzature per lanciare l'esplorazione verso nuove potenzialità applicative per prodotti e servizi

venerdì 20 aprile 2018

3D Digital Fabrication for bioinspired designs



Mark Cutkosky

Fletcher Jones Professor

Dept. of Mechanical Engineering

Stanford University



Aula F8 Università di Pisa Scuola di Ingegneria
Lunedì, 23 Aprile 2018
Ore 13.30
ABSTRACT - As robots move beyond manufacturing applications to less predictable environments, they increasingly can benefit, as animals do, from integrating sensing and control with the passive properties provided by particular combinations and arrangements of materials and mechanisms. The creation of such bioinspired robots has prompted research into new fabrication capabilities that can combine hard and soft materials in complex geometries. Recent advances also allow the incorporation of electrical components, high-strength fibers, and structures with feature sizes ranging from micrometers to centimeters. The resulting robots are more robust, and sometimes more responsive and easier to control. This talk will review some recent developments in the fabrication of robust and responsive bioinspired structures for robots

BIO - Mark R. Cutkosky is the Fletcher Jones Professor in the Dept. of Mechanical Engineering at Stanford University. He joined Stanford in 1985, after working in the Robotics Institute at Carnegie Mellon University and as a design engineer at ALCOA, in Pittsburgh, PA. He received his Ph.D. in Mechanical Engineering from Carnegie Mellon University in 1985. Cutkosky's research activities include robotic manipulation and tactile sensing and the design and fabrication of biologically inspired robots. He has graduated over 48 Ph.D. students and published extensively in these areas. He consults with companies on robotics and human/computer interaction devices and holds several patents on related technologies. His work has been featured in Discover Magazine, The New York Times, National Geographic, Time Magazine and other publications and has appeared on PBS NOVA, CBS Evening News, and other popular media.Cutkosky’s awards include a Fulbright Faculty Chair (Italy 2002), Fletcher Jones and Charles M. Pigott Chairs at Stanford University, an NSF Presidential Young Investigator award and Times Magazine Best Innovations (2006) for the Stickybot gecko-inspired robot. He is a fellow of ASME and IEEE and a member of Sigma Xi.


  

venerdì 23 marzo 2018

AMItaly a Mecspe 2018


UNIverso→ Additive Manufacturing
quando la ricerca → incontra l’industria

MecSpe Fiere di Parma
Arena Additive Manufacturing
Pad. 6 - L26

Venerdì 23 Marzo 2018 ore 13-14


Dalla polvere al pezzo finito: ricerca e formazione a 360° sull’Additive Manufacturing
Paolo Minetola Politecnico di Torino

Pensare fuori dagli schemi: liberare il potenziale dell'Additive Manufacturing con nuove tecniche di progettazione
Giulio Turinetti Altair

Lavorazioni ibride: pianificazione e scheduling integrato di processi additivi e sottrattivi
Michele LANZETTA Andrea ROSSI Università di Pisa

Prototipazione virtuale per l’Additive Manufacturing
Armando RAZIONALE Università di Pisa

Scarica tutte le presentazioni e le foto